Al Circolo Surf Torbole l’evento dimostrativo di Tahe Techno Wind Foil 130


Al Circolo Surf Torbole, concluse le regate con il Techno 293, nella giornata di sabato si è disputato il primo evento dimostrativo della Tahe Techno Wind Foil 130, che potrebbe sostituire il Techno 293 Plus usato a Buenos Aires 2018 ed in lizza per Dakar 2026, evento che ha subìto lo slittamento di 4 anni saltando un turno, massimo appuntamento giovanile.

Evento dimostrativo di Tahe Techno Wind Foil 130

Due le categorie d’età in gara con under ed over 16, che si sono confrontati in una regata dimostrativa a batterie, con percorso tra boe (rigorosamente elettriche), che ha implicato andature al traverso, lasco e bolina.

L’esperimento, considerato il livello assai eterogeneo dei partecipanti – è decisamente andato bene e soprattutto ha fatto divertire i giovani atleti, che sono stati protagonisti di un evento che potrebbe aprire una nuova strada all’Olimpiade Giovanile, per cui non è ancora stata decisa la tavola.

In un periodo in cui la vela sembra sempre più proiettata al foil, tra barche monoscafo di Coppa America, catamarani Olimpici come i Nacra 17, tavole, kite, il mondo giovanile si adegua proponendo una tavola ed un’attrezzatura dai costi abbastanza contenuti e tecnicamente adatta ai ragazzi.

Presenti al Circolo Surf Torbole tutti i dirigenti della Classe Internazionale ed italiana Techno ed i responsabili dell’azienda Tahe, che ha sostituito la precedente Bic Sport, mettendo a disposizione dei ragazzi tavole e vele.

POTREBBE INTERESSARTI: Pesca in inverno, il periodo delle grandi catture in mare

Armando Bronzetti, Presidente del Circolo Surf Torbole: “Abbiamo chiuso questa particolare stagione con un bellissimo evento internazionale, ospitando la Thae che ha presentato il nuovo foil giovanile Techno 130; lo abbiamo anche testato con un regata dimostrativa creata per l’occasione e l’impressione sembra sia ottima per quanto riguarda questo prodotto dedicato ai ragazzi giovani. In merito al resto della stagione posso ritenermi soddisfatto visto come era partita: abbiamo fatto diversi eventi con grande partecipazione, la scuola di windsurf e di Kite è andata molto bene, i soci hanno frequentato in serenità il circolo.”

“Il prossimo anno abbiamo in programma due mondiali (IFCA Slalom e Techno 293) più un nuovo evento foil, oltre alle nostre classiche One hour, Campionato nazionale Techno e qualche altro evento che si aggiungerà strada facendo. Speriamo che tutto si possa fare in tranquillità e che la stagione inizi in maniera regolare. Anche con le squadre agonistiche è andata molto bene, dato che siamo andati a podio in tutte le classi e discipline con i nostri giovani allenati da Dario Pasta”.

Il parere di Mauro Covre, tecnico giovanile Federazione Italiana Vela, presente per tutta la durata dell’evento: “A Torbole abbiamo disputato un buon evento foil – prima regata dimostrativa con il Tahe Techno Foil 293 in assoluto – con un livello tecnico degli atleti molto eterogeneo; erano presenti neofiti e chi invece ha alle spalle più di un anno di pratica; le condizioni sono state difficili a causa del vento molto pulsante e rafficato, non ideale per il foil. Eppure tutti i ragazzi si sono divertiti e sono stati in grado di portare a termine la gara, anche chi aveva pochissima esperienza col foil: segno che la tavola è facile e può essere usata con le fasce di età più giovani, direi già dai 12/13 anni. Se poi format e percorsi sono adeguati all’età, anche il pericolo è molto relativo. Penso tuttavia che non potrà sostituire il Techno293, che rimane la tavola fino ai 16 anni sulla quale imparare a fare la regata”.

Ivan Oprandi, presidente della classe Italiana Techno: “Una Tavola Foil di facile utilizzo, anche per chi non ha mai “volato” e divertente per chi già sa regatare con questo tipo di attrezzo. Per la classe giovanile Techno, completa la filiera verso la classe olimpica. Il prezzo è accessibile, i materiali robusti, la monotipia e la facilità di utilizzo, sono i punti di forza che garantiscono ai circoli di mantenere una larga base di giovani atleti”.

Ezio Ferin, ex Presidente Internazionale classe Techno, che ha testato direttamente la tavola, forte della sua notevole esperienza tecnica anche sul foil: “Avendo partecipato allo sviluppo della precedente tavola che ha sostituito l’Aloha (ex classe giovanile) avevo auspicato che il prodotto potesse avere 3 caratteristiche: funzionalità, basso costo e l’apprezzamento dei ragazzi.

La prima deve permettere di mettere in acqua i ragazzi dai 5 ai 35 nodi; l’altra caratteristica importante naturalmente è il prezzo e questa classe è abbastanza economica così come lo è stato prima il Techno.

Ultimo punto la tavola deve piacere ai ragazzi, cosa che è sicuramente accaduta in questi giorni. Nel testare la tavola è stato necessario apportare prima un corretto trim del timone di coda, piede d’albero e steps per riuscire ad andare (così com’è per tutti i foil); la tavola è molto facile, il foil vola bene ed è stabile quando vola ed è stato testato in tutte le condizioni anche le più difficili con vento forte e molto rafficato.

Nonostante la vela 7mq fornita a tutti i ragazzi, la flotta è riuscita a regatare anche la mattina con vento arrivato oltre i 20 nodi, nonostante i livelli tecnici assai diversi ed anche con il vento leggero del pomeriggio, volando senza problemi e dimostrando un range di utilizzo molto ampio. L’intenzione della classe è quella di far regatare anche con le vele “vecchie” usate sul Techno 293 per non avere ulteriori spese nel cambio classe. Ed anche in questo caso i ragazzi si sono trovati molto bene, adattandosi perfettamente”.

LEGGI ANCHE: Barcolana 2020 annullata a causa del maltempo

Per la cronaca vittoria over 16 di Luca Franchi (YC Italiano), seguito da Graciotti (SEF Stamura) e Pilloni (Windsurfing Club Cagliari). Tra i più giovani under 16 doppietta dei portacolori del Circolo Surf Torbole Leonardo Tomasini e Rocco Sotomayor; terzo Tiberio Riccini (CS Bracciano).





Source link

Altri articoli dell'impresa