Alia Yachts svela il suo nuovo capolavoro di 27 metri


È ben noto che una barca deve completare la nave madre, ma la turca Alia Yachts ha fatto un ulteriore passo avanti con il 27 metri.

Nel consegnare l’Atlantico di 27 metri, Alia è riuscita ad estendere la barca più grande fornendo una piattaforma che si abbina perfettamente in termini di aspetto, qualità e funzionalità.

“Il brief era per una barca da caccia, ma questo non rende giustizia alla portata del progetto”, afferma Gökhan Çelik, presidente di Alia Yachts.

Alia Yachts, ecco il nuovo 27 metri

“Questa è una barca che può intrattenere gli ospiti con lo stesso stile elevato della nave madre, estendendo efficacemente la sua sistemazione con due lussuose cabine doppie. Attraverso i suoi 27 metri, Atlantico offre un beach club estensibile, un enorme salone a prua, un salone protetto e interni raffinati “.

The complex project fused naval architecture from Lateral with Alia’s shipbuilding know-how, which extended to every element of the interior furnishing.

The idea with Atlantico, from the real beginning, was to create something innovative & unique that could fully satisfy our needs: a fast & comfortable chase boat which can also be used independently. The initial concept was to try and break conventional boundaries of width, proportions and liveability of a support vessel,” says the owner of Atlantico and the mother ship Atlante. “Through tight collaboration of those involved, the outcome is a fast open-plan platform by the sea with no compromise on quality, style, innovation and performance.”

 

Build captain and skipper Tolga Han refers candidly to the challenges involved in such an interesting and unique design. “Sometimes, you can’t just build what you see on the drawing. It was invaluable having a skilled team that would sit and discuss openly and creatively to find a way to solve all the issues that arose on a daily basis.”

POTREBBE INTERESSARTI: Mangusta GranSport 45 premiato ai World Superyacht Awards 2020

Innanzitutto, lo scafo doveva essere in grado di raggiungere velocità elevate, quindi è stato progettato con un ampio raggio di 8,35 me tre dei più potenti motori IPS1350 di Volvo, generando un esilarante 3000 CV. Ciò consente ad Atlantico di planare nonostante le sue dimensioni. Le dà anche una manovrabilità reattiva e un movimento molto gentile, anche in mare agitato. Oltre alla stabilità che l’ampio scafo conferisce in navigazione, due stabilizzatori giroscopici Seakeeper 26 la mantengono ferma a riposo.

“Siamo stati inizialmente contattati per la nostra esperienza combinata di superyacht e navi da guerra”, afferma Gary Rossall di Lateral Naval Architects. “La sfida era fornire una forma di scafo collaudata per questo ruolo specifico, con requisiti di prestazioni e tenuta di mare esigenti. Lo scafo è derivato da una delle nostre collaudate piattaforme di navi pattuglia e ha quindi beneficiato di un ampio sviluppo e test degli attributi chiave “.

Naturalmente, l’aspetto esterno della barca riflette quello della nave madre di 55 metri, Atlante. È uno yacht da esploratore aggressivo e il suo illustre armatore richiedeva quindi una barca da caccia dall’aspetto altrettanto capace. Lo scafo in alluminio condivide una tonalità più chiara del sistema di rivestimento metallico grigio DuPont di Atlante e presenta finestre circolari simili. Anche la tuga angolare sormontata da un albero dall’aspetto militare fa eco alla nave madre.

 

Con un ponte in teak chiaro, divani e prendisole di colore chiaro e colonne scure e lucide nella tuga, Atlantico reinterpreta sottilmente la sensazione della nave madre. Ma non c’è dubbio sul serio intento di questo yacht di 27 metri. “È audace, mascolina e veloce”, entusiasta Çelik.

La miscela di fresco e comfort continua sotto, dove si trovano due imponenti cabine doppie con ampi letti indipendenti. Le pareti bianche lucide contrastano fortemente con il legno scuro e sontuoso dei mobili e dei pannelli delle paratie, tutti sapientemente illuminati dalla luce indiretta. I piccoli dettagli colpiscono, come la molteplicità del contenitore, nascosto dietro pannelli in legno tassellati con meccanismi di apertura a filo.

Ci sono tutti i comfort necessari a un grande yacht, con due sofisticate docce e una cucina molto capace per l’equipaggio a poppa, insieme alla sistemazione per un massimo di quattro membri dell’equipaggio. “Atlantico è molto più di una barca da caccia”, afferma Çelik. “Questa è una barca che può essere facilmente utilizzata come elegante weekender per esplorare baie poco profonde o isole inaccessibili, e offre sia una velocità esaltante che la gamma per coprire 600 miglia nautiche a velocità di crociera.”

LEGGI ANCHE: Azimut Yachts rafforza la sua rete vendita in Italia con i nuovi concessionari

“Abbiamo costruito un’imbarcazione davvero unica che riflette la visione senza precedenti e il gusto impeccabile del suo proprietario. Realizzare questa macchina con una qualità senza compromessi e nei livelli di prestazione richiesti – è stata una sfida per tutti coloro che sono coinvolti. Non avremmo potuto farlo senza l’esperienza che abbiamo acquisito nella costruzione di superyacht di oltre 50 metri altamente complessi “.


E sembra che la visione del proprietario sia stata pienamente realizzata. “Atlantico si è rivelato perfetto per noi: ampiamente utilizzato come barca da caccia per trasferimenti veloci e belle giornate in mare. Perfetto per brevi fughe “indipendenti” “, aggiunge il proprietario. “Alia è stata fondamentale nella realizzazione e costruzione del progetto. La qualità e l’attenzione ai dettagli hanno superato le nostre aspettative. “





Source link

Altri articoli dell'impresa

un 37 mt Class e un 67 mt Custom

In una conferenza stampa virtuale, il 2 dicembre, Benetti ha presentato due nuovi prodotti: il Motopanfilo 37M della categoria Class, e FB284, nuovo megayacht Custom