“Cancellati emendamenti fondamentali per settore”


La cancellazione da Dl Agosto di alcuni emendamenti fondamentali per la competitività del settore nautico è il motivo del duro atto d’accusa di Confindustria nautica piombato ieri a conclusione del 60° Salone Nautico di Genova. A lanciarlo è il presidente Saverio Cecchi, che dal palco della conferenza stampa conclusiva della kermesse usa toni amareggiati nei confronti della classe politica che si sarebbe arenata sulle polemiche degli ultimi giorni che avrebbero portato ad un inspiegabile dietrofront su alcuni punti fondamentali per il rilancio del settore.

Cecchi: “Cinque emendamenti cancellati per polemiche politiche”

Cecchi rilancia lo sfogo di AssiLea, l’associazione italiana del leasing nautico, che già nel pomeriggio si era detta “sorpresa e sconcertata” per la cancellazione di alcun emendamenti che riguardavano le operazioni di leasing nautico, e che spostavano la responsabilità del versamento Iva sulle operazioni inerenti l’acquisto e la fornitura di beni, servizi e manutenzione inerenti unità da diporto, inclusi i contratti di leasing, dai fornitori, come avviene in Francia.

Le norme, approvate dalla Commissione di Bilancio, inserite nel maxi emendamento del governo nel Dl Agosto e approvate dalla Ragioneria dello Stato, sono state cancellate quando ormai erano già state bollinate. Un colpo di spugna, accusa Cecchi, che elimina “cinque emendamenti fondamentali per la competitività di questo settore e cancellati dalla Presidenza del Senato”.

LEGGI ANCHE: Codice della Nautica da diporto, approvati i decreti correttivi

Cecchi punta il dito contro le “polemiche politiche degli ultimi giorni”: “Il mio e il nostro sconcerto, per non dire altro, è assoluto nel vedere anche dopo mesi difficili come quelli che abbiamo vissuto, la contrapposizione politica prevale sulle azioni concrete, sulla capacità delle aziende, del territorio e delle istituzioni locali di dare una prova di resilienza che ci è riconosciuta dal mondo” aggiunge il leader di Confindustria nautica.

Nautica, emendamenti Dl agosto: “No sovvenzioni, ma correzione di squilibri”

La cancellazione di alcune delle norme che il settore attendeva per tutto il comparto, già inserite in emendamenti al Dl di agosto e sparite nella serata di lunedì, sono state come un fulmine a ciel sereno per un settore che – come rivelano i dati del presentati al convegno ’Boating Economic Forecast’ – ha evidenziato una crescita del 12 per cento nel 2019.

Numeri assolutamente positivi, così come quelli della Fiera nautica genovese che quest’anno, nonostante il Covid-19, ha fatto registrare oltre 71mila visitatori. Il rischio è che adesso i piani di rilancio, come ad esempio per il leasing interno, possano definitivamente fermarsi al palo.

“Le aziende avevano bisogno di importanti misure normative – aggiunge Cecchi che non nasconde la delusione – Non parliamo di sovvenzioni ma di correggere quegli squilibri che oggi rendono più conveniente scegliere una bandiera europea o firmare un contratto di leasing nautico di un altro Paese e lì pagare le imposte. Queste norme erano state approvate dalla commissione di bilancio, inserite nel maxi emendamento del governo nel Dl Agosto e approvate dalla Ragioneria dello Stato. Provvedimenti già bollinati cosa già praticamente fatta e poi cancellati”.





Source link

Altri articoli dell'impresa

oro e argento per l’Italjunior

Una medaglia d’oro e una d’argento per l’Italia nelle regate beach sprint dell’European Rowing Coastal Challenge di Marina di Castagneto Carducci. Sulla spiaggia di Donoratico,