Demanio Marittimo di Catania, pubblico e privato per lo sviluppo costiero


Demanio Marittimo di Catania, pubblico e privato per lo sviluppo costiero: con la riunione di ascolto dei rappresentanti pubblici e privati in merito al Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo, per l’utilizzo ottimale della fascia costiera cittadina, si è compiuto un passo in avanti per l’adozione del documento di pianificazione.

L’argomento, di grande rilievo per Catania, ha visto la partecipazione di tutti i principali soggetti istituzionali che hanno competenza in materia: dalla Capitaneria di Porto al Dipartimento Ambiente della Regione Siciliana ARTA, e di una consistente componente degli imprenditori degli stabilimenti balneari del litorale e delle organizzazioni di rappresentanza.

Demanio Marittimo di Catania un incontro tra pubblico e privato

A presiedere la riunione, sotto il profilo tecnico l’ing. Biagio Bisignani, direttore della direzione Urbanistica e gestione del territorio – Urbamet, e sotto il profilo di direzione politica, gli assessori Enrico Trantino, Fabio Cantarella, Michele Cristaldi, Giuseppe Arcidiacono.

L’incontro, in relazione ai contenuti e all’esame di criticità e opportunità, è una fase del procedimento di programmazione richiesto dalla nuova legge urbanistica regionale.

LEGGI ANCHE: Catania: nelle spiagge libere della Plaia, servizi fino a domenica 11 Ottobre

L’apporto dei partecipanti ha permesso all’amministrazione comunale di acquisire suggerimenti e proposte derivanti dall’esperienza imprenditoriale e tecnica, per fare in modo che le scelte decisionali che emergeranno dal procedimento contengano gli elementi più adatti a uno sviluppo costiero sostenibile sotto il profilo ambientale, economico e sociale.





Source link

Altri articoli dell'impresa