Gaeta si rifà il look, lavori di messa in sicurezza sul lungomare Caboto


Gaeta si rifà il look, al via da oggi i lavori di messa in sicurezza sul lungomare Caboto compreso tra la rotonda di Calegna fino al quartiere la “Piaja” lato mare, interessato da frequenti fenomeni di allagamento a seguito delle forti precipitazioni.

“Non cade nel vuoto – dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano – l’appello lanciato dai residenti di una vasta zona che dalla rotonda di Calegna si estende fino all’area portuale della nostra città. “

“Potenziamo così la sicurezza stradale – continua il sindaco – soprattutto in previsione del periodo invernale andando a risolvere definitivamente una situazione di pericolo per la viabilità e vivibilità dei quartieri”.

Lavori di messa in sicurezza sul lungomare Caboto

Sono due i cantieri aperti per interventi di somma urgenza dove saranno installate alcune centinaia di metri di nuove tubature per la raccolta e regimentazione delle acque piovane al fine di evitare allagamenti dovuti a bombe d’acqua. In località Calegna si andrà a potenziare il deflusso veloce delle acque mentre nel quartiere la Piaja, invece, verrà realizzata una nuova tubazione per consentire lo scarico delle acque piovane direttamente a mare.

“L’Amministrazione comunale – commenta l’Assessore all’economia del mare Teodolinda Morini – dopo aver recepito le numerose istanze dei residenti, ha effettuato dei sopralluoghi tramite i propri tecnici constatando che diversi scarichi a mare delle acque bianche erano occlusi causando l’allagamento del tratto stradale. Pertanto, lo scorso 25 settembre, abbiamo diffidato l’Autorità portuale constatando il pronto intervento, affinché si intervenisse per risolvere questa annosa problematica che affliggeva anche le attività commerciali che si affacciano sul Lungomare Caboto”.

 

 

Il lungomare Caboto è il principale asse viario costiero della città, che va dal confine con il comune di Formia (dove diventa viale dell’Unità d’Italia) fino a piazzale Giovanni Caboto, nel quartiere medioevale, attraversando (da nord a sud) le località Arcella, Conca, Arzano e, nel quartiere di Porto Salvo le contrade Spiaggia, Calegna, Mare all’Arco e Montesecco.

Gaeta si rifà il look, lavori di messa in sicurezza sul lungomare Caboto

Fu costruito tra il 1956 e il 1962 demolendo i bastioni del fronte di mare ed inglobando corso Attico (realizzato nel 1852 da Ferdinando II delle Due Sicilie) e, al di fuori del centro abitato di Gaeta, il percorso della strada statale 213 Via Flacca.

Nei pressi del santuario della Santissima Annunziata vi è il Monumento a Giovanni Caboto (1990), mentre davanti alla porta Carlo V si trova il Monumento nazionale al sommergibilista (2017).

LEGGI ANCHE: Lampuga: tutto quello che c’è da sapere sul pesce settembrino

Il lungomare prende il nome da Giovanni Caboto, in veneziano Zuan Chabotto, noto tra gli anglofoni anche come John Cabot (1445 – Inghilterra, 1498), è stato un navigatore ed esploratore italiano della repubblica di Venezia, al servizio di spagnoli e inglesi, noto per aver continuato l’opera di Cristoforo Colombo e inaugurato la serie di grandi viaggi di scoperta verso il nord-ovest, in particolare quello con cui il 24 giugno 1497 scoprì la terra oggi nota come Canada.





Source link

Altri articoli dell'impresa