Genova, stop al lungomare il sabato e la domenica fino al 29 novembre


Genova, stop al lungomare sabato e domenica fino al 29 novembre: dalle 12 di ogni sabato alle 19 di ogni domenica, l’ordinanza del sindaco di Genova che stabilisce il divieto di accesso e permanenza sui lungomare, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private, e alle spiagge.

Le strade e promenade interessate sono le seguenti: Passeggiata Roberto Bruzzone (Voltri), Passeggiata Spiaggia di Prà, passeggiata Cantieri Navali Praesi (prolungamento), via Pegli (lato mare), via Lungomare di Pegli (lato mare), Giardini Catellani (Pegli), corso Italia (lato mare), Passeggiata Anita Garibaldi (Nervi).

Genova, stop al lungomare nei weekend

Istituito con ordinanza, inoltre, il divieto di accesso e permanenza nei luoghi prospicienti la battigia, quali arenili, scogliere e spiagge, fatta salva la possibilità di transitarvi, per il tempo strettamente necessario, per svolgere attività sportive in mare, quali nuoto, windsurf, canoa e similari, ovvero di sostarvi per svolgere attività di pesca.

Restano aperti i parchi cittadini, ha spiegato ieri il sindaco Bucci, ma con un presidio massiccio di volontari della protezione civile per controllare che non ci siano persone senza mascherina o situazioni di assembramenti.

 

Genova è una città portuale ed è il capoluogo della regione Liguria. È nota per il suo importante ruolo nel commercio marittimo nel corso di molti secoli. Nel centro storico si trova la Cattedrale di San Lorenzo, in stile romanico con facciata a strisce bianche e nere e interni affrescati. Strette stradine conducono a piazze monumentali come la piazza de Ferrari, con la caratteristica fontana in bronzo e il teatro lirico Carlo Felice.

La parte più antica della città fino alla costituzione della Grande Genova rappresentava l’intero territorio comunale, è racchiusa entro l’anfiteatro collinare coronato dalle mura seicentesche; l’area urbanizzata si estende anche verticalmente, risalendo dal porto fino ai quartieri residenziali di Carignano e Castelletto, collegati con il centro da ripidi percorsi pedonali denominati “crêuze”, ascensori pubblici e funicolari, oltre che da un complesso sviluppo stradale.

LEGGI ANCHE: L’esclusivo yacht volante di ENATA, velocità e stabilità per un lusso a bordo

L’ordinanza del sindaco è uno strumento previsto dall’ultimo dpcm in materia di prevenzione anti Covid per limitare ulteriormente i contagi. Chi dovesse contravvenire rischierà una sanzione dai 400 ai 1000 euro.

 





Source link

Altri articoli dell'impresa