Gozzo International Festival, a Gallipoli la sesta edizione della kermesse


La sesta edizione del Gozzo International Festival, in programma a Gallipoli dal 8 al 11 ottobre prossimi e organizzato dal Circolo Velico Ecoresort Le Sirenè e Caroli Hotels, celebra il Gozzo che rappresenta il minimo comune denominatore tra tutti i Paesi del Mediterraneo. È storicamente presente in ogni nazione costiera e conserva le stesse caratteristiche tradizionali di costruzione e livrea con colori propri di ciascuna marineria.

Questa edizione del Gozzo International Festival ospiterà Progetto Mediterranea: saranno presenti Simone Perotti (in collegamento), lo scrittore-marinaio ideatore e co-fondatore con Francesca Piro della spedizione nautica, culturale, scientifica e sociale in navigazione nel Mediterraneo dal 2013, che ha concluso la sua prima fase lo scorso ottobre a Genova, dopo aver percorso quasi 20 mila miglia, compiendo l’intero giro del Mediterraneo, dalla costa adriatica italiana e greca a quella del mar di Levante e del mar Nero, da quella dell’Atlantico portoghese alla costa del Maghreb per tornare poi in Italia fino a Genova.

Progetto Mediterranea, in attesa di intraprendere la seconda fase della spedizione, che vedrà l’imbarcazione Mediterranea – un ketch armato a cutter di 60 piedi, vettore della spedizione – concentrata principalmente nel Mediterraneo centrale, nel maggio di quest’anno ha lanciato e promosso l’iniziativa “Una bandiera per il Mediterraneo”, ispirata dalle idee e dagli incontri condotti da Perotti e dai Mediterranei nel corso dei primi anni della spedizione.

Gozzo International Festival, ecco tutti gli eventi

L’associazione racconta, con i suoi protagonisti, il Mediterraneo quale centro del mondo, della civiltà, della lingua, della cultura, dell’arte, delle etnie e del pensiero.

E ancora, il Palio Remiero, Taranto-Gallipoli: due equipaggi a bordo di Gozzi con armo e voga classica si sfideranno davanti al Seno del Canneto ad evocare lo sbarco delle merci in porto.

Inoltre, l’Associazione Paolo Pinto racconterà il proprio contributo volontario indispensabile per la tutela dell’ambiente con l’Operazione “Fondali Puliti” e molte altre iniziative sul territorio.

E poi mostre fotografiche, il cantiere dei Maestri d’Ascia ed esibizioni di arte marinaresca nell’ambito della Vita di Porto.

Veleggiate e regate caratterizzeranno, invece, la Vita di Bordo con una decina di equipaggi al via.
Degustazioni di pietanze tipiche salentine e di pescato saranno, infine, al centro della Cambusa del Marinaio.

Gli studenti degli Istituti Nautici d’Italia hanno l’occasione, partecipando all’evento, di incontrare Maestri d’Ascia provenienti da molte marine della penisole e aver degli scambi circa le tecniche tradizionali.

Ecco il programma del  Gozzo International Festival
VI Edizione
8/11 Ottobre 2020

  • Vita di Bordo
  • Gozzi a vela latina in mostra in banchina
  • Veleggiate
  • Regate

Vita di porto e il “Cantiere dei Mastri d’Ascia”

La Galleria dei Due Mari si trasformerà in un vero Cantiere aperto dalle 10:00 alle 18:00 che ospiterà dime di gozzi, attrezzi usati dai maestri d’ascia, gozzi in lavorazione e modelli di gozzi. Saranno presenti mastri d’ascia provenienti da Taranto e dalle diverse regioni che illustreranno le peculiarità dei propri lavori.

“Palio Remiero, Taranto – Gallipoli”.

Due equipaggi a bordo di Gozzi con armo a voga classica si sfideranno davanti al Seno del Canneto ad evocare lo sbarco delle merci in porto.

Gli equipaggi partecipanti alla regata a vela latina che vorranno potranno iscriversi all’iniziativa e navigare a remi assieme al tramonto nello specchio d’acqua di fronte al Rivellino.

Gozzo International Festival, a Gallipoli la sesta edizione della kermesse

“Progetto Mediterranea” e “Bandiera del Mediterraneo”

L’Associazione con i suoi protagonisti racconta il Mediterraneo quale centro del mondo, della civiltà, della lingua, della cultura, dell’arte, delle etnie, del pensiero.

Il Mediterraneo teatro naturale dell’uomo e della sua storia. Il Mediterraneo dove ogni crisis è nata, dove ogni soluzione è venuta alla luce. Il Mediterraneo da cui ripartire per un nuovo mondo, un nuovo pensiero, un nuovo modello di sviluppo.

“Segni di barche e di culture: i leudi nella storia, nei mari e nelle genti”.

Il Leudo e le ultime, folli, scoperte che portano nella storia al 4000 a.C.

“Mostre fotografiche”
“FantaSea” a cura di Francesco Rastrelli
“Esibizione di arte marinaresca”
A cura dell’Associazione Nazionale Marinai D’Italia Sez. Gallipoli
“L’Ambiente è il nostro patrimonio”
Associazione Paolo Pinto racconta il proprio contributo volontario indispensabile per la tutela dell’ambiente con l’Operazione “Fondali Puliti” e molte altre iniziative sul territorio
“Stiva del ricordo”
Sala della Galleria dei Due Mari fruibile tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 al cui interno è esposta la mostra delle opere d’arte luminaria di Torquato Parisi

LEGGI ANCHE: Gallipoli, pescatori donano il pescato alle famiglie in difficoltà

CAMBUSA DEL MARINAIO
Degustazione di pietanze tipiche salentine preparate a bordo della Paranza tarantina
Degustazione di pescato in Galleria dei Due Mari
“Pesce in Tavola” al Ristorante del Bellavista Club a cura dello Chef Onofrio Terrafino





Source link

Altri articoli dell'impresa

oro e argento per l’Italjunior

Una medaglia d’oro e una d’argento per l’Italia nelle regate beach sprint dell’European Rowing Coastal Challenge di Marina di Castagneto Carducci. Sulla spiaggia di Donoratico,