la regata Sydney-Hobart si farà, ma con meno imbarcazioni




regata Sydney-Hobart

La famosa regata Sydney-Hobart si svolgerà il giorno di Santo Stefano anche se la pandemia di coronavirus ha costretto gli organizzatori a ridurre il numero dei concorrenti iscritti.

Il 26 dicembre, giorno festivo nei paesi anglosassoni, sarà infatti dato il via alla tradizionale partenza della Sydney-Hobart, famosa regata aperta a tutte le imbarcazioni che partono dal porto australiano per raggiungere la Tasmania.

L’incubo Covid19 sulla regata Sydney-Hobart: andrà in diretta online

Preoccupazione è stata espressa per lo svolgimento della 76a edizione della Sydney-Hobart, vista la chiusura del confine tra lo stato australiano del New South Wales e l’isola di Tasmania al largo di Melbourne a causa delle restrizioni sanitarie. Il governo ha annunciato questa settimana la riapertura del confine, dando il via libera a questa gigantesca regata di 1.163 km nel sud-est dell’Australia.

Tuttavia, il numero di concorrenti sarà limitato e il pubblico è invitato a seguire la gara online. Noel Cornish, commodoro del Cruising Yacht Club of Australia (CYCA) che co-organizza la regata, ha annunciato dopo ampie consultazioni con le autorità che una flotta di circa 100 barche potrebbe prendere il via. Più di 150 erano salpate nel 2019.

LEGGI ANCHE: Auckland, varato il secondo AC 75 del team Luna Rossa Prada Pirelli

“Le dimensioni della flotta superano tutte le nostre aspettative e rappresentano un superbo segno di supporto per la regata”, afferma Noël Cornish, anche se molti yacht e marinai stranieri non saranno in grado di essere sulla linea di partenza. Neanche la baia di Sydney è coperta di barche: saranno imposte restrizioni alle barche che desiderano uscire per assistere alla grande partenza. Anche il numero di persone autorizzate ad ammirare questa armata di imbarcazioni dalla costa sarà limitato.






Source link

Altri articoli dell'impresa