Motori entrobordo Volvo Penta IPS: consumi ridotti del 30%


I motori entrobordo Volvo Penta Performance System (IPS) offrono un’esperienza utente unica con un consumo di carburante ridotto fino al 30% e emissioni di CO2 inferiori del 30% rispetto ai tradizionali alberi entrobordo. L’azienda ha ora fornito 30.000 soluzioni IPS Volvo Penta nei settori marittimi.

L’attenzione all’ambiente è un valore fondamentale per Volvo Penta dal 1972 e parte del lavoro dell’azienda continua a raggiungere un’elevata efficienza energetica e una riduzione delle emissioni in tutta la sua gamma di prodotti. La visione di motori entrobordo Volvo Penta è quella di essere il leader mondiale nelle soluzioni energetiche sostenibili.

Attraverso le sue offerte marine, mira a fornire soluzioni sostenibili che forniscono un’esperienza unica e integrata. L’entrobordo Volvo Penta Performance System (IPS) è un esempio di una tecnologia che compie un passo avanti fiducioso nell’aumento dell’efficienza e nella riduzione delle emissioni, pur continuando a migliorare le prestazioni del prodotto. L’IPS offre un’esperienza impareggiabile, con manovrabilità e prestazioni avanzate, facilità di manutenzione e assistenza, ed è in grado di offrire nuovi livelli di comfort a bordo. L’azienda ha ora venduto 30.000 soluzioni IPS Volvo Penta nei settori marittimi.

Motori entrobordo Volvo Penta , girando la propulsione

Volvo Penta IPS è stata una rivoluzione nella tecnologia marina quando è stato lanciato per la prima volta nel settore del tempo libero, nel 2005. Il design innovativo e unico del sistema ha due eliche controrotanti rivolte a prua che si trovano sotto lo scafo per una ‘ l’acqua. Le unità IPS orientabili individualmente sono collegate alla funzione di docking del joystick integrata. Il joystick facilita l’attracco, considerato uno degli aspetti più stressanti della navigazione. Volvo Penta IPS offre una serie di vantaggi che variano a seconda del tipo di installazione.

Rispetto alle tradizionali installazioni di pozzi entrobordo, Volvo Penta IPS offre:

  • Autonomia di crociera più lunga del 40%
  • Velocità massima superiore del 20%
  • Consumo di carburante ridotto fino al 30%
  • Fino al 30% in meno di emissioni di CO2
  • Rumore percepito inferiore del 50%
  • Più spazio a bordo

L’aumento dell’uso di Volvo Penta IPS per uso commerciale marittimo è stato uno degli impegni dell’azienda per il programma WWF Climate Saver, di cui fa parte dal 2014. Con 30.000 unità IPS installate, tutte con una riduzione fino al 30% consumo di carburante e una riduzione tipica del 15-20% – a volte fino al 30% – di CO2, si può immaginare il risparmio nelle emissioni di CO2 che Volvo Penta IPS ha contribuito a realizzare.

“Meglio per l’ambiente. Meglio per te”

“Trovare modi per ridurre il consumo di carburante e le emissioni è stato un nostro obiettivo per molti anni ed è una priorità per tutta la nostra gamma di prodotti”, spiega Johan Inden, capo del segmento nautico di Volvo Penta. “Ci sforziamo di continuare a migliorare la tecnologia innovativa odierna, esplorando parallelamente le possibilità future verso emissioni ridotte o nulle”.

Riduzioni significative: i numeri dietro le affermazioni

L’introduzione di Volvo Penta IPS nel segmento commerciale marittimo nel 2005 è stata una pietra miliare per l’azienda lungo il percorso del WWF Climate Savers. In un solo esempio, otto navi Njord Offshore, alimentate da Volvo Penta IPS, hanno risparmiato in media un totale del 20% di carburante e 8.375 tonnellate di CO2, oltre 250.000 ore di funzionamento. Inoltre, la manovrabilità superiore del sistema è un enorme vantaggio quando si attracca in mare aperto in condizioni difficili.

LEGGI ANCHE: Bernardo e Martina Zuccon firmano il BGX60 della gamma Bluegame

Volvo Penta ha registrato successi simili nel settore del tempo libero marittimo. Prendi il superyacht Amer 94, per esempio. In un viaggio controllato di 100 miglia attraverso il Mediterraneo, questa nave ha registrato una riduzione del 45% del consumo di carburante rispetto a yacht di dimensioni simili dotate di installazione tradizionale dell’albero entrobordo. Questo notevole risultato è stato dovuto al design leggero dell’imbarcazione e al montaggio dell’efficiente e compatto Volvo Penta IPS, che insieme riducono il peso dello yacht di 20 tonnellate, il peso di quattro elefanti.

Inoltre, Volvo Penta ha iniziato a incorporare un approccio di economia circolare quando si tratta di produzione, dando una nuova vita alle trasmissioni IPS attraverso la rigenerazione.





Source link

Altri articoli dell'impresa

oro e argento per l’Italjunior

Una medaglia d’oro e una d’argento per l’Italia nelle regate beach sprint dell’European Rowing Coastal Challenge di Marina di Castagneto Carducci. Sulla spiaggia di Donoratico,