nuovi strumenti per ridurre inquinamento di velisti e yacht


Inquinamento di velisti e yacht, ecco il piano di World Sailing. L’organo di governo mondiale dello sport a vela, ha lanciato uno strumento di autovalutazione online supportato da una suite di risorse rivolte a velisti e yacht club per aiutarli a diventare più sostenibili e ridurre il loro impatto ambientale.

David Graham, durante la riunione del World Sailing’s Council alla Virtual 2020 Annual Conference, le risorse sono state prodotte con il supporto di 11th Hour Racing e del World Sailing Trust.

Le risorse mirano a incoraggiare i club nautici e velici ad abbracciare la sostenibilità ambientale e ad agire da catalizzatore per i club per apportare miglioramenti ambientali.

Le risorse identificano i problemi che i club devono affrontare come la gestione dei rifiuti, la biodiversità, l’inquinamento e indicano gli incentivi all’applicazione di pratiche sostenibili e cosa possono fare i club. Supportate da casi di studio, le risorse possono essere applicate a piccoli e grandi yacht club.

Inquinamento di velisti e yacht: piani personalizzati

Dan Reading, Responsabile della sostenibilità di World Sailing, ha commentato in merito al piano per la riduzione dell’inquinamento di velisti e yacht: “Avendo svolto personalmente audit ambientali presso circa 250 circoli velici e 300 porti turistici, ho scoperto che ogni club ha aree comuni che devono essere affrontate. Molto spesso è possibile risparmiare sui costi applicando le migliori pratiche delineate in queste risorse e quei fondi possono essere reinvestiti nel club”.

“Sulla base di questa esperienza e con il supporto di 11th Hour Racing e del World Sailing Trust abbiamo creato uno strumento di autovalutazione ambientale online. Questo strumento è semplice da usare e può essere utilizzato su un computer o telefono. Agli utenti verrà chiesto un serie dettagliate di domande e una volta completato riceveranno un punteggio di riferimento con un piano d’azione personalizzato in modo da poter contribuire a rendere il club più sostenibile”.

LEGGI ANCHE: Ambiente, Romina Power in prima linea contro gli scarichi a mare in Puglia

“Questo piano d’azione includerà anche studi di casi di ciò che altri club hanno fatto per affrontare i problemi. Essendo stato membro di un comitato di club velici, capisco le pressioni di bilancio ma anche il sostegno dei membri del club per proteggere le nostre aree di navigazione. Questo strumento si spera aiutare ad affrontare due di questi problemi”.





Source link

Altri articoli dell'impresa