Luna Rossa è atterrata ad Auckland, in Nuova Zelanda, per la Coppa America. L’aereo cargo che trasportava Barca 2, il secondo scafo del team Luna Rossa Prada Pirelli, è atterrato il 5 ottobre alle ore 20 locali.

Il carico è partito venerdì 2 ottobre dall’Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio su un Antonov 124-100. E’ arrivato in Nuova Zelanda dopo 60 ore di viaggio, compresi due scali tecnici, percorrendo oltre 18.000 km. Lo fa sapere con una nota il team italiano.

Nel corso della notte, la barca e tutta l’attrezzatura sono state trasportate alla nuova base, presso l’Hobson Wharf, dove in questi giorni verrà completato l’assemblaggio e avranno inizio i primi load test. Il varo è previsto entro la fine di ottobre e successivamente il team inizierà gli allenamenti nel Golfo di Hauraki.

Luna Rossa Nuova Zelanda, un’eccellenza italiana alla conquista dell’America’s Cup

Come la prima barca, varata un anno fa – il 2 ottobre 2019 – anche il secondo scafo è stato costruito a Bergamo nel cantiere Persico Marine, un’eccellenza italiana nel panorama dell’industria nautica internazionale.

Il viaggio di Luna Rossa in direzione Nuova Zelanda, per la sfida America’s Cup, è iniziato dal primo porto da cui la barca a vela è sempre salpata, nei lunghi anni delle sue avventure sportive per mare, e cioè quello di Nembro. Dal cantiere della Persico Marine ha preso il largo per raggiungere l’aeroporto di Orio.

Da qui un lungo transfer aereo l’ha portata per esser challenger (sfidante) in Coppa America. Uno scafo estremo capace di fare 49 nodi. oltre 90 chilometri l’ora, a tratti anche volando sull’acqua.

LEGGI ANCHE: Luna Rossa premiata dai Rotary club di Cagliari

Horacio Carabelli (co-design coordinator): ”Trasportare barche da regata di queste dimensioni è sempre una sfida. Abbiamo fatto un ottimo piano di carico, studiando attentamente la disposizione di tutta l’attrezzatura. Questo ci ha permesso di aggiungere sull’Antonov anche il nostro Chase Boat (la barca appoggio allestita con i sistemi di telemetria), utilizzato a Cagliari fino all’ultimo giorno di navigazione. Adesso il nostro programma prevede la ripresa degli allenamenti in mare entro la fine di ottobre”.





Source link

Altri articoli dell'impresa

oro e argento per l’Italjunior

Una medaglia d’oro e una d’argento per l’Italia nelle regate beach sprint dell’European Rowing Coastal Challenge di Marina di Castagneto Carducci. Sulla spiaggia di Donoratico,