Salone Nautico, presentata l’Operazione Delphis: cercasi balene e delfini


Al Salone Nautico presentata l’Operazione Delphis alla ricerca di balene e delfini: l’anno scorso avevano partecipato oltre 300 imbarcazioni che avevano effettuato 62 avvistamenti per 332 esemplari soprattutto stenelle lungo le coste del Mediterraneo.

Quest’anno, per la ventiquattresima edizione, l’Operazione Delphis, la più grande mobilitazione nautica internazionale di marinai e diportisti per conoscere e proteggere l’ambiente marino e la sua popolazione, presentata nell’ambito del Salone Nautico di Genova, scatterà il 18 ottobre, un pò in ritardo rispetto alla tradizionale stagione estiva.

Salone Nautico, presentata l’Operazione Delphis

“Marinai e diportisti si rendono utili e mettono la prua al mare per identificare, meglio conoscere e fotografare i cetacei e fornire informazioni alla comunita’ scientifica che non ha mezzi sufficienti” spiega Alberto Marco Gattoni, presidente dell’associazione Battibaleno che organizza l’operazione che ha lo scopo di scattare una sorta di censimento dei cetacei nel Mediterraneo.

Tutte le barche aderenti all’Operazione Delphis il 18 ottobre si posizioneranno da mezzogiorno all’una e mezza nel perimetro di mare loro assegnato per effettuare gli avvistamenti.

“La durata di un’ora e mezza è stabilita sulla base della capacità di stare in apnea del capidoglio e dello zifio che stanno sott’acqua un’ora e mezza.”

LEGGI ANCHE: Porto Torres, un delfino trova casa al Porto industriale nord

”Questo tipo di osservazione simultanea permette di fornire un dato che è il numero minimo di cetacei presenti, e permette di non contare due volte lo stesso animale” completa Gattoni.

I dati serviranno appunto a capire a quanto ammonta la presenza dei cetacei lungo le nostre coste. Oltre alle imbarcazioni italiane l’anno scorso avevano partecipato anche unita’ della Grecia, Albania, Tunisia, Marocco e Croazia.





Source link

Altri articoli dell'impresa