La mitologia a Pompei – Artes


Piramo e Tisbe, gli antenati di Romeo e Giulietta

Nella casa di Octavius Quartio negli scavidipompei, é possibile vedere questo dipinto murale ben conservato che rappresenta la storia di Piramo e Tisbe. Ovidio racconta nelle Metamorfosi la storia di questi due giovani innamorati che ostacolati dalla famiglia, decidono di organizzare una fuga d’amore. Il luogo d’incontro é a pochi passi dalle loro case, nei pressi di un gelso. Quando Tisbe arriva si accorge di non essere sola, non Piramo ma una leonessa era nei pressi del gelso. Si mette in salvo ma perde il suo velo che la leonessa macchierà di sangue. Quando Piramo arriva all’incontro non trova Tisbe ma vede la leonessa, ormai lontana con il velo di Tisbe. Pensando che la sua amata fosse stata sbranata dalla belva, decide di uccidersi lanciandosi su una spada.Quando Tisbe ritorna al luogo dell’incontro, prova a rianimare il suo amato il quale la guarda un ultimo istante prima di morire. Tisbe allora decide di togliersi la vita lanciandosi sulla stessa spada dell’amato.Gli dei in onore dei due innamorati trasformano i frutti di gelso con il colore rosso come il sangue dei due giovani innamorati.

Questa storia ricorda quella che verrà scritta secoli dopo da William Shakespeare: Romeo e Giulietta.

Vuoi saperne di più? Organizza la tua visita a Pompei con una guida

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Il Lupanare

Breve guida della storia di Pompei

I calchi

Il garum: l’oro di Pompei

Per acquistare i biglietti d’ingresso, visita la pagina ufficiale del parco archeologico di Pompei

Please follow and like us:





Source link

Altri articoli dell'impresa

Il Real Bosco di Capodimonte

Il Real bosco di Capodimonte è il parco storico più grande della città di Napoli, è un Bene Culturale protetto dall’Unesco. Il complesso architettonico-botanico-museale di

Breve guida sulla storia di Pompei

La storia di Pompei inizia già nel II millennio a.C. quando le popolazioni italiche si insediarono nei pressi dello sperone roccioso di natura lavica che

Pompei | Il Lupanare – Artes

Il Lupanare è un postribolo scoperto a Pompei nel 1862. Costituito da tre ingressi e due piani: piano inferiore con cinque cellette nelle quali sono